Giovanni Rossi (FNSI): “I dati di Ossigeno sono drammatici”

“È singolare che questo fenomeno non sia mai sufficientemente sottolineato. Occorre una legislazione più adeguata”

“Ringrazio gli organizzatori di questa iniziativa anche se dire una cosa di questo genere è un po’ come ringraziare se stessi, visto che siamo i promotori di Ossigeno per l’Informazione e ringrazio i presidenti delle Camere per i loro interventi. Esprimo solidarietà ai colleghi minacciati i cui casi Ossigeno ha documentato. I dati sono davvero drammatici ed è singolare che un fenomeno di questo genere non venga mai sufficientemente sottolineato”, ha detto il presidente della FNSI Giovanni Rossi al convegno del 14 novembre 2013 in Senato Dialogo sull’informazione (Guarda il VIDEO).

“Le parole di circostanza, le parole di solidarietà da parte dello Stato non ci bastano più: noi – ha aggiunto – abbiamo bisogno di qualcosa di più, e questo qualcosa di più è una legislazione adeguata, una legislazione che si deve fondare sul rispetto della libertà della stampa ma soprattutto sul diritto dei cittadini di essere correttamente informati”, ha detto il presidente della FNSI.

“La legislazione che chiediamo – ha detto Rossi – deve creare un sistema dei media che non sia sotto ricatto, né quello della violenza, né quello della politica, né quello dell’economia. Questa legislazione può nascere ed essere efficace solo se è frutto del confronto con gli operatori del settore, con i movimenti dei cittadini, e ce ne sono tanti sensibili e organizzati su questi temi, e le forze politiche e sindacali”.

“Rivendichiamo molte cose: abbiamo chiesto una normativa che abbia come obbiettivo la separazione degli interessi editoriali dagli interessi altri, per fronteggiare una caratteristica del nostro Paese, dove spesso le grandi potenze economiche condizionano l’informazione. Poi c’è il problema delle querele temerarie, e speriamo – ha concluso Giovanni Rossi – che il Senato affronti questa tematica nella discussione sulla riforma della legge sulla diffamazione”.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *