La Rue (Onu). Italia deve proteggere i giornalisti da minacce e querele

Il richiamo dello “Special Rapporteur” al nostro Paese: tutela cronisti, diritto all’informazione, riduzione concentrazione dei media

L’Italia deve creare un meccanismo per proteggere i giornalisti sia dalle minacce fisiche, sia dalla possibilità di essere citati in giudizio, ha detto il Relatore Speciale dell’ONU sulla libertà di stampa durante il convegno di giovedì 14 novembre al Senato (Guarda il VIDEO del convegno).

“Naturalmente ci saranno sempre giornalisti peggiori e giornalisti
migliori. La cosa più importante per la difesa della libertà di informazione è permettere alle persone di essere informate, difendendo l’interesse pubblico delle notizie. Inoltre occorre ridurre la concentrazione della proprietà dei mezzi di informazione in poche mani e per garantire una pluralità di opinioni diverse”, ha aggiunto La Rue.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE