Minacce

Pozzuoli. Giornalista minacciato e insultato su Facebook

Gravi intimidazioni a Gennaro Del Giudice. Aveva scritto di alcuni arresti sul Roma e su Cronaca Flegrea. Solidarietà da associazioni stampa, politici e cittadini

Sul quotidiano Roma e su Cronaca Flegrea, il notiziario online che dirige, ha pubblicato diversi articoli riguardo l’arresto di nove persone accusate di associazione per delinquere: per questo Gennaro Del Giudice, giornalista di Pozzuoli (Napoli), ha ricevuto sul profilo Facebook di Cronaca Flegrea pesanti insulti e minacce, inviati probabilmente da amici e famigliari delle persone arrestate, e ha subito un atto vandalico. È accaduto anche in passato (e anche nei confronti della collega di redazione Violetta Luongo), ma stavolta Del Giudice ha deciso di prendere posizione presentando una denuncia alle forze dell’ordine, il 18 aprile scorso.

Oltre agli insulti su Facebook, la minaccia più grave ricevuta da Cronaca Flegrea – per cui lavorano, tra fissi e collaboratori, una decina di giornalisti – risale alla notte tra il 16 e il 17 novembre del 2013, quando qualcuno cercò di sfondare la porta della redazione. Anche allora Del Giudice denunciò l’episodio. Gli autori dell’intimidazione sono rimasti ignoti.

“Credo fosse importante dare un segnale al crescendo di minacce nei confronti di Cronaca Flegrea: chi minaccia un giornalista deve sapere che poi dovrà vedersela con molte altre persone. Per questo è fondamentale la solidarietà che ho ricevuto”, spiega il cronista a Ossigeno. Segnali di vicinanza a Del Giudice sono arrivati da più parti: dal Sindacato giornalisti Campania, dall’Associazione stampa campana giornalisti flegrei, dal sindaco di Pozzuoli, da un consigliere regionale, da colleghi e lettori.

GLI ULTIMI ARTICOLI E LE MINACCE – Il 16 aprile i carabinieri di Pozzuoli arrestano nove persone, dopo indagini iniziate oltre tre anni fa. Del Giudice, per il quotidiano Roma e per Cronaca Flegrea, scrive nei giorni seguenti una serie di articoli in cui spiega in dettaglio i risultati dell’operazione anticrimine, con retroscena come un ritratto del presunto capo, le intercettazioni telefoniche e i trucchi usati per rubare le auto. Gli insulti e le minacce arrivano veloci su Facebook, sia in modo pubblico attraverso commenti ai diversi articoli, sia con messaggi privati al profilo della redazione, diretti a Del Giudice. “Vorrei avere il piacere di conoscerti di persona”, scrive tra gli insulti un utente.

“Il fatto grave è che a quanto pare le minacce arrivano da parenti stretti delle persone arrestate, e per questo potrebbero essere più pericolose delle altre che abbiamo ricevuto in passato e alle quali non avevo dato lo stesso peso. Però devo dire – prosegue Del Giudice – che da quando tentarono di sfondare la porta della redazione, ogni giorno mi aspetto che possa succedere qualcosa, perché noi siamo giornalisti esposti, come tutti quelli che a livello locale raccontano il territorio: incontriamo le persone di cui scriviamo, e a me capita di cambiare strada per non incrociare qualche personaggio. Per questo è importante prendere atto delle minacce e denunciarle”.

LA SOLIDARIETÀ – “Del Giudice è ogni giorno in prima linea per raccontare un territorio difficile e ad alta densità criminale”, ha scritto in un comunicato Armando Borriello, segretario del Sindacato giornalisti della Campania, che ha spiegato di avere inviato una richiesta al prefetto e al questore di Napoli “perché intervengano, nelle forme più adeguate, per garantire la sicurezza del giornalista”.

“La nostra organizzazione è vicina al collega e si rende immediatamente disponibile per appoggiare qualunque iniziativa di carattere legale” ha invece scritto l’Associazione stampa campana giornalisti flegrei.

“La vicinanza nei nostri confronti è massima, chi vuole delinquere qui è accerchiato. C’è grande sensibilità nei nostri confronti da parte delle forze dell’ordine – spiega Del Giudice – e di molti colleghi e lettori che mi hanno scritto in privato o fermato per strada per esprimermi solidarietà. Lo hanno fatto anche il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, e l’ex sindaco Pasquale Giacobbe, oggi consigliere regionale”.

LE ALTRE MINACCE – A Cronaca Flegrea sono arrivate recentemente altre minacce tramite Facebook. Il 7 febbraio, Del Giudice scrive sull’arresto di un giovane accusato di una rapina: il giornalista riceve insulti da uno sconosciuto. Poi, il 13 febbraio, Violetta Luongo scrive sulla sporcizia attorno a un monumento cittadino: sia a lei sia a Del Giudice arrivano pesanti insulti in un commento all’articolo, ancora da uno sconosciuto.

Negli anni scorsi, oltre all’atto vandalico contro la porta della redazione, Del Giudice ricevette nel 2012 una querela da parte di un imprenditore. Il pm chiese l’archiviazione ma il legale del querelante fece ricorso e il giornalista dovette comparire davanti al giudice, il quale – spiega il cronista – archiviò definitivamente il procedimento.

DF

Voir en Français

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *