Minacce

Genova. Allo stadio uno striscione contro commentatore di calcio

“Freccero occhio”, diceva il 12 agosto 2015 la scritta minacciosa esposta dai tifosi della Sampdoria. Il sindacato dei giornalisti ha protestato: così rovinate lo sport

Il nome del giornalista Dario Freccero, redattore del quotidiano “Il Secolo XIX”, noto commentatore sportivo, è comparso in uno striscione ntimidatorio esposto dai tifosi allo stadio comunale di Chiavari, il 12 agosto 2015 durante la partita di calcio amichevole fra Sampdoria e Entella.

“Freccero occhio”, diceva la scritta nel cartello issato nel settore dei sostenitori della Sampdoria. L’Associazione Ligure dei Giornalisti e il Comitato di redazione del Secolo XIX hanno manifestato solidarietà al giornalista e hanno condannato l’intolleranza dei tifosi.

«A cosa dovrebbe stare attento Dario Freccero? Dovrebbe censurare le notizie – hanno affermato i sindacalisti – per non dare fastidio alle società di calcio, in questo caso la Sampdoria? Dovrebbe non fare il proprio lavoro per non turbare l’equilibrio di giocatori e tifosi? È con questo tipo di atteggiamenti, tra il vittimistico e il minaccioso, che lo sport italiano perde credibilità e l’Italia continuerà a scivolare sempre più in basso nella classica della libertà di stampa. Invitiamo i tifosi della Sampdoria a non rovinare lo sport con le loro minacce» scrivono ancora Associazione Ligure dei Giornalisti e il Cdr del Secolo XIX.
ASP

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE