Aggiornamento minaccia

Blog oscurati. Magistratura riapre il sito di Luigi Boschi

Dopo 304 giorni una ordinanza della Corte d’Appello ha preso atto che il reato di diffamazione era estinto per prescrizione

Con una ordinanza depositata il 29 luglio 2016, la Corte di Appello di Bologna  ha ripristinato l’accesso via internet al sito web www.luigiboschi.it poiché “non sussistono i presupposti di cui all’art. 240 c.p.p . in materia di confisca obbligatoria”.

L’oscuramento del sito  era stato disposto il 29 settembre 2015. Si è protratto per 304 giorni. Il 28 maggio 2015 il proprietario del blog, Luigi Boschi, era stato condannato in primo grado per il reato di diffamazione a mezzo stampa.

L’ordinanza, firmata dalla presidente Adriana Scaramuzzino, dà atto della richiesta del difensore di Luigi Boschi di ripristinare il libero accesso al blog e del parere contrario della Procura Generale. La decisione si basa sul fatto sostanziale che in precedenza, il 17 marzo 2016, la Corte d’Appello aveva dichiarato l’improcedibilità per il reato contestato a Boschi “perché estinto per intervenuta prescrizione” e così aveva fatto cadere la condanna già emessa.

ASP

Leggi la ricostruzione pubblicata il 21 luglio 2016 da Ossigeno:
Il caso Boschi. Lui prosciolto, il suo blog è ancora sequestrato

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *