Libertà d'informazione / Ritagli

Diritto all’oblio, Garante Privacy dice no a ex terrorista

Da Odg Newsletter n° 19 – LUGLIO-AGOSTO  2016 – La storia non si cancella. È il principio sancito dal Garante privacy nel dichiarare infondato il ricorso di un ex terrorista che chiedeva la deindicizzazione di alcuni articoli, studi, atti processuali in cui erano riportati gravi fatti di cronaca che lo avevano visto protagonista tra la fine degli anni 70 e i primi anni 80. L’interessato che, tra detenzione e misure alternative ha finito di scontare la pena nel 2009, si era rivolto in prima battuta a Google chiedendo la rimozione di alcuni url e dei suggerimenti di ricerca che vengono visualizzati dalla funzione di ”completamento automatico” digitando il nominativo nella stringa di ricerca (ad es., inserendo nome e cognome dell”interessato compare la parola terrorista).

ASP

Leggi tutto

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *