Minacce

Pisa Calcio. Tifosi aggrediscono due troupe televisive

Coinvolti un giornalista e un operatore della Rai e una giornalista e un operatore dell’emittente TeleGranducato. Intervengono Assostampa e Ussi della Toscana

Il 25 agosto 2016 due troupe televisive, una della Rai e una di TeleGranducato – emittente toscana – sono state spintonate e insultate dai tifosi del Pisa Calcio mentre si trovavano presso il campo di allenamento della squadra, a San Piero a Grado (Pisa), dove era in corso una manifestazione di protesta contro il presidente della società calcistica. I tifosi non hanno gradito le telecamere e hanno spintonato l’operatore di TeleGranducato, Alessandro Fiorentini, e quello in appalto alla Rai, Ignazio Cardillo. Entrambi hanno dovuto interrompere le riprese. I tecnici sono stati costretti ad allontanarsi insieme ai due giornalisti, Assunta De Salvo per TeleGranducato e Robert Lee per la Rai. Quest’ultimo – nel tentativo di sedare gli animi – è stato bersagliato da insulti razzisti per via del colore della pelle. Sul posto è intervenuta la Polizia che ha raccolto le deposizioni.

Per la vicenda ha protestato il comitato di redazione della Tgr della Rai Firenze denunciando, in un comunicato, “l’ennesimo stop al diritto e alla libertà di informazione”. Piena solidarietà per l’accaduto è stata espressa ai giornalisti e agli operatori dall’Associazione Stampa Toscana e dal Gruppo Giornalisti Sportivi della Toscana (Ussi), che hanno annunciato la “totale adesione a qualsiasi iniziativa, anche di carattere legale che la Rai, TeleGranducato e/o i colleghi interessati vogliano intraprendere”. Contemporaneamente Assostampa e Ussi della Toscana – conclude la nota – chiamano in causa Federcalcio e Lega perché decidano eventuali provvedimenti.

RDM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE