Libertà d'informazione

Il grazie di Raffaella Cosentino all’Ufficio Legale di Ossigeno

“Questo strumento è importantissimo. Ci permette di dire a chi ci querela che non ci farà spendere neanche un euro”, scrive la cronista querelata

La giornalista Raffaella Cosentino, querelata per un’inchiesta sull’accoglienza dei migranti nel Centro di Isola Capo Rizzuto (Crotone) pubblicata dal settimanale l’Espresso, ha pubblicato su Facebook questo ringraziamento rivolto a Ossigeno per l’Informazione e al suo Ufficio di Assistenza Legale, coordinato dall’avvocato Andrea Di Pietro, che la difendono gratuitamente nel procedimento in corso.

Intendo ringraziare di cuore Ossigeno per l’informazione che, attraverso l’Ufficio di Assistenza Legale, mi fornisce da circa un anno il patrocinio gratuito, dopo la denuncia sporta da Pasquale Poerio, imprenditore e consigliere comunale di Isola Capo Rizzuto, del quale mi sono occupata in un’inchiesta (leggi), pubblicata due anni fa da l’Espresso (ero  una giornalista freelance).

In attesa che si giunga alla conclusione delle indagini, voglio soprattutto ringraziare l’avvocato Andrea Di Pietro, perché non solo mi assiste con perizia, ma mi è umanamente vicino, da anni, in verità, considerato che mi sono occupata tantissimo del business dell’accoglienza per i migranti e tentativi di intimidazione legale ce ne sono stati diversi.

Questo Ufficio è uno strumento importantissimo, per tante ragioni. Ma anche perché possiamo dire a chi ci querela che non ci faranno spendere neanche un euro.

Ho deciso di scrivere questo post perché non penso siano problemi individuali o privati. La Fnsi ne ha parlato anche in occasione della giornata per le vittime di mafia organizzata da Libera a Locri.

Tanto più che recentemente l’Espresso si è occupato di nuovo della questione che sollevavo con quell’inchiesta del 2015. Lo ha fatto con un articolo di Giovanni Tizian e ripubblicando in homepage le ormai tante inchieste sul centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto.

RDM

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE