Minacce

Roma. Cinque sms minatori inviati a un freelance

Inviati da una cabina telefonica del quartiere Prati a Luca Teolato, collaboratore del Fatto Quotidiano che recentemente ha pubblicato articoli d’inchiesta su diversi argomenti

Il giornalista Luca Teolato, freelance di Roma e collaboratore del Fatto Quotidiano, ha ricevuto tra febbraio e aprile 2017 cinque sms minatori al proprio cellulare. Il cronista ha denunciato gli episodi ai carabinieri il 20, il 22 marzo e il 6 aprile 2017.

I messaggi hanno un evidente scopo intimidatorio: “ti osservo”, “bastardo”, “ti osserviamo, attento”, “ti veniamo a prendere”, “attento a te”: questo il loro contenuto. I Carabinieri hanno identificato i numeri dal quale sono stati inviati gli sms: alcune cabine telefoniche del quartiere Prati a Roma.

“Non saprei quale potrebbe essere la causa di questi episodi”, ha dichiarato Luca Teolato a Ossigeno. “Di recente – ha aggiunto – mi sono dedicato a vicende di ogni genere. Le ultime inchieste in ordine di tempo hanno riguardato alcune agenzie funebri private a Roma che si spacciano per il servizio di onoranze funebri comunale dell’Ama; altre un’indagine della Procura di Padova sull’amianto in Aeronautica, dove sono indagati trenta alti ufficiali e un’altra inchiesta riguarda alcuni musei di Roma chiusi da oltre tre anni per eseguire lavori di messa in sicurezza mai iniziati”.

DB-MF

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *