Video. Ossigeno alla webtv Officina Stampa

Minacce, protezione, assistenza, visibilità, autocensura. I temi dell’intervista al direttore dell’Osservatorio, Alberto Spampinato

“Le minacce ai giornalisti che fanno correttamente il loro lavoro sono tantissime, più di quante si possa immaginare. Noi di Ossigeno parliamo di questo problema che secondo la percezione comune non esiste neppure. In realtà esiste e danneggia gravemente tutti i cittadini, ognuno di noi. Ossigeno inoltre aiuta i giornalisti minacciati che da soli non potrebbero difendersi”, ha spiegato il direttore di Ossigeno, Alberto Spampinato, intervistato giovedì 13 aprile 2017 da Chiara Rai per la webtv Officina Stampa. Puoi rivederlo a questo link.

Di fronte alle minacce ed alle intimidazioni, ha sottolineato, i giornalisti devono trovare la forza per resistere e per denunciare il fenomeno alle forze dell’ordine. Editori, direttori, istituzioni potrebbero fare molto di più per proteggere e assistere chi subisce minacce, come ha proprosto Ossigeno, ad esempio rafforzando la solidarietà fra giornalisti, codificando una prassi sulla visibilità da dare ai minacciati, facendo capire che l’autocensura non è una soluzione ma una rinuncia fare giornalismo.

Nell’occasione è stato annunciato l’evento del prossimo 20 aprile ad Anguillara Sabazia (Rm), dove Ossigeno consegnerà alla città il Pannello della memoria dei giornalisti uccisi in Italia dalla criminalità organizzata e all’estero mentre svolgevano il proprio lavoro. Sul significato della cerimonia, guarda l’intervista ad Alberto Spampinato e all’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Anguillara Sabazia (Roma), Viviana Normando.

MF

Read in English

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE