Libertà d'informazione

Dossier Ossigeno sul Lazio, la regione con più giornalisti minacciati

Nel 2017 l’Osservatorio ha rilevato in questa area quasi il 40% delle minacce risultanti sull’intero territorio nazionale

Il 3 maggio 2017 Ossigeno ha lanciato pubblicamente un allarme sulla preoccupante situazione in cui lavorano gli operatori dell’informazione nel Lazio (Leggi). Ossigeno chiede alle istituzioni un’indagine conoscitiva specifica sulle violenze e gli abusi commessi contro giornalisti, blogger, fotografi e video reporter, allo scopo di mettere a punto gli interventi più opportuni da adottare per ridurre drasticamente la pressione intimidatoria che è forte ed è più alta di quella che risulta nel resto del paese.

Il Lazio è la regione italiana in cui Ossigeno per l’Informazione ha accertato il maggior numero di gravi attacchi a giornalisti e blogger e in cui negli ultimi mesi ha notato una forte accentuazione di questo fenomeno. Nel periodo 2011-2017 sono stati 625 i casi documentati nel Lazio su 2602 accertati nell’intero Paese nello stesso periodo, quindi con una incidenza del 24%. Nel 2016 l’incidenza è salita di un punto percentuale con 103 attacchi accertati da Ossigeno nel Lazio su 412 nell’intero territorio nazionale. Nei primi mesi di quest’anno l’incidenza ha sfiorato il 40% con 46 episodi accertati nel Lazio su un totale di 117 nell’intero territorio nazionale. Ognuno di questi attacchi è stato verificato e documentato dall’Osservatorio.

Questa in estrema sintesi la situazione. Un panorama più ampio e dettagliato si può ricavare leggendo il Dossier Ossigeno sul Lazio che si può scaricare liberamente a questo link.

ASP

Read in English

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *