Libertà d'informazione

II Pannello della Memoria consegnato a Trevignano Romano

Il 17 maggio 2017  Ossigeno lo ha donato al sindaco Claudia Maciucchi. Sarà esposto nella sala consiliare del Municipio

Il 17 maggio 2017 Ossigeno per l’Informazione ha donato al Comune di Trevignano Romano il Pannello della Memoria “Cercavano la verità. Ventotto nomi una sola storia”, che raffigura i nomi e i volti dei giornalisti italiani uccisi a causa del loro lavoro.

La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del Municipio. Il direttore dell’Osservatorio, Alberto Spampinato, ha consegnato il Pannello nelle mani del sindaco Claudia Maciucchi, che si è impegnata a affiggerlo nella sala in cui si svolgono le sedute del consiglio comunale per ricordare l’importanza della libertà di stampa e il diritto di ogni cittadino di essere informato. All’incontro hanno partecipato i giornalisti Corrado Giustiniani e Simonetta D’Onofrio, gli studenti dell’Istituto Comprensivo Tommaso Silvestri e i loro professori che hanno manifestato l’interesse di approfondire, con le loro classi, il tema della libertà di espressione e la storia di questi giornalisti uccisi a causa del loro lavoro.

Con Trevignano sono cinque i comuni del Lazio che hanno accolto la proposta di Ossigeno di ospitare nella sede municipale questa targa commemorativa, con un gesto che manifesta l’impegno a coltivare la memoria dei giornalisti che hanno pagato con la vita l’impegno a “cercare la verità” su fatti di grande interesse pubblico. Negli ultimi mesi il Pannello è stato consegnato ai sindaci di Roma, Genzano, Bracciano e Anguillara Sabazia e alle scolaresche che hanno partecipato agli incontri (leggi).

RDM

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *