Minacce

Sei giornalisti aggrediti tra Campania, Lazio e Sicilia

Ad Aversa (CE), tre giornalisti sono stati picchiati in piazza. A Monreale (PA) è stato malmenato Gaetano Ferraro. A Roma, una troupe di Matrix

Nuove aggressioni a danno dei giornalisti si sono verificate in Campania, Lazio e Sicilia.

CAMPANIA – Il 25 aprile 2017 i giornalisti Lidia e Christian De Angelis sono stati aggrediti insieme al loro padre Renato, cronista in pensione, nei pressi della villa comunale di Aversa, in provincia di Caserta. I tre sono stati accerchiati, minacciati di morte e attaccati fisicamente da un gruppo di circa quindici persone. “Quando hanno cominciato a indicarci e a inveire contro di noi – ha detto Lidia De Angelis a Ossigeno – abbiamo chiesto contro quale articolo protestassero, ma non abbiamo avuto risposta. Ci hanno soltanto detto di smettere di scrivere”. Per i tre è stato necessario il trasferimento al pronto soccorso. Hanno ricevuto solidarietà dall’Ordine regionale e dal sindacato della Campania, che il 3 maggio, in occasione della Giornata Mondiale della Libertà di stampa, ha organizzato una manifestazione di protesta nella cittadina casertana. Il 10 maggio, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, rispettivamente segretario e presidente della Fnsi, hanno incontrato a Napoli i tre giornalisti (leggi) che lo stesso giorno hanno presentato denuncia ai carabinieri di Aversa.

LAZIO – Il 3 maggio 2017, a Roma, una troupe della trasmissione di Canale 5 Matrix è stata aggredita in diretta tv all’esterno della stazione Termini, dove stava documentando le condizioni in cui trascorrono la notte gli immigrati. L’inviata, Francesca Parisella, si era appena collegata con lo studio, dove Nicola Porro stava conducendo una puntata dedicata alla sicurezza nelle grandi città, quando è stata inseguita e attaccata insieme alla sua troupe (guarda il video). “Mi hanno rincorsa e preso per la giacca”, ha riferito la giornalista all’agenzia Agi. Sull’accaduto è intervenuta la FNSI (leggi).

SICILIA – A Monreale, in provincia di Palermo, il 7 maggio 2017 ,Gaetano Ferraro, cronista della testata web Filodirettomonreale è stato aggredito mentre stava documentando un incidente tra un veicolo a tre ruote, che trasportava turisti, e un’automobile. Il cronista è  stato afferrato per il collo, scaraventato a terra e minacciato di morte da una persona che si trovava sul luogo dell’incidente, probabilmente parente di uno dei coinvolti, che gli aveva chiesto di cancellare le foto appena scattate. Un’altra persona gli ha sottratto il cellulare con la forza. Ferraro è andato al pronto soccorso della cittadina per farsi medicare, ma ha incontrato di nuovo il suo aggressore e ha preferito andar via senza ricorrere alle cure mediche ospedaliere. Al giornalista è stata espressa solidarietà dall’Unci Sicilia. Il 9 maggio il cronista ha denunciato l’episodio ai carabinieri di Monreale. (leggi).

RDM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE