Newsletter

Ultime Notizie e comunicazioni | Venerdì 12 maggio 2017

CARCERE PER DIFFAMAZIONE

Cosenza. Giornalista condannato a trenta mesi, rischia la galera

Il caso di Gabriele Carchidi, direttore di iacchite.com. Quattro condanne in tribunale in otto mesi senza sospensione condizionale della pena

Negli ultimi otto mesi il giornalista cosentino è stato condannato dal Tribunale di Cosenza quattro volte per diffamazione a mezzo stampa. Complessivamente gli sono stati inflitti due anni e mezzo di reclusione, senza il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Le quattro condanne di Gabriele Carchidi

In dettaglio le sentenze del tribunale di Cosenza che hanno comminato pene detentive senza sospensione condizionale

La prima condanna a otto mesi è stata inflitta il 27 settembre 2016. La seconda, a sette mesi, il 29 marzo 2017. La terza, a nove mesi, due giorni dopo, il 31 marzo 2017. L’ultima condanna, a sei mesi di detenzione, è stata emessa il 10 maggio 2017, a conclusione di un processo nato da una querela del sindaco della città, Mario Occhiuto

Spunta un nuovo “caso Sallusti”

Se le condanne di Carchidi non saranno annullate, il giornalista finirà agli arresti, come accadde nel 2012 al direttore del Giornale

Ossigeno: dal 2012 a oggi non è cambiato nulla. Molte proposte, nessuna decisione per bloccare l’uso intimidatorio delle querele.

IL PANNELLO DELLA MEMORIA

Trevignano Romano. Mercoledì 17 maggio incontro al Comune

Sarà consegnato al sindaco. Parteciperanno le scolaresche dell’Istituto Comprensivo Tommaso Silvestri

Genzano (RM). La consegna al sindaco Lorenzon

Sarà esposto nella sala della Giunta. Il segretario di Ossigeno, Giuseppe F. Mennella: “Uno degli strumenti per difendere l’articolo 21 della Costituzione è la memoria”

Ossigeno ha rilevato 11 minacce dal 1 al 11 maggio

L’Osservatorio ha verificato e reso note sul suo sito web intimidazioni e ritorsioni nei confronti dei seguenti giornalisti e operatori dell’informazione:

Franco Abruzzo; Gabriele Carchidi; Fabio Postiglione; Gaetano Ferraro; Francesca Parisella, operatore; Lidia De Angelis, Christian De Angelis, Renato De Angelis; Letizia Tassinari; Claudia Cernigoi.

“Non mi faranno tacere”, dice Franco Abruzzo assalito dagli hacker

Fra sabato 6 maggio e lunedì 8 maggio 2017 il sito web www.francoabruzzo.com, che ospita il notiziario online sull’attività giornalistica più seguito in Italia, è stato reso inaccessibile da 14 attacchi di hacker ignoti, i quali hanno sostituito la homepage originale con una contraffatta che qualificava il sito ingannevole e pericoloso.

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE