Newsletter

Cosa ha visto Ossigeno questa settimana – 17-23 giugno 2017

Cosa ci dice il successo del Concerto per la libertà di stampa. Gli incontri per l’allarme Lazio. Minacce e assistenza legale. Tortura. Antimafia

La libertà di stampa e di espressione suscita interesse e partecipazIone e non soltanto fra i giornalisti, che su questa libertà fondano il diritto di svolgere la loro professione e guadagnarsi da vivere. Interessa tutti, mobilita molti animi. Lo conferma la partecipazione numerosa, varia e multiforme, al Concerto per la libertà di stampa di mercoledì 21 giugno a Roma, una serata musicale organizzata da Ossigeno per l’Informazione con la complicità artistica della “Scoop Jazz Band” e del sassofonista Nicola Alesini (vedi).

È molto significativa questa scelta del pubblico di seguire questa concerto in una serata in cui si poteva scegliere altri 150 concerti gratuiti della Festa Europea della Musica, in un periodo in cui sembra che tutti prestino poca attenzione al diritto di espressione. Il missaggio fra parole e musica è piaciuto. Ha funzionato. Gli autorevoli sostegni all’iniziativa non sono mancati. La serata è stata bella, esaltante e in certi momenti commovente.

Tutto ciò apre una strada nuova. Ossigeno la percorrerà per difendere in modo collettivo, con una partecipazione sempre più ampia e varia, il diritto di esprimerci, di essere informati e di ricevere informazioni attendibili, senza omissioni e censure. Ossigeno lo farà ancora con l’aiuto della musica, certamente, ma senza rinunciare a dire le cose che si devono dire e dando la parola a tutti, come ha fatto il 21 giugno, come si può leggere e vedere sul sito di Ossigeno a questo link.

ALLARME LAZIO – Il Concerto ha assorbito molte energie. Ma l’Osservatorio ha continuito a operare sui vari fronti. A Roma, lunedì 19 giugno i dirigenti di Ossigeno e dell’Associazione Stampa Romana sono stati ricevuti in Prefettura e hanno consegnato ai funzionari responsabili dell’ordine pubblico il dossier sul Lazio che documenta l’allarmante aumento della pressione violenta sui giornalisti in questa Regione. Come avevano fatto a Latina, hanno proposto incontri e colloqui fra tutori della sicurezza pubblica e giornalisti per una migliore reciproca comprensione. Lo stesso tema è stato inoltre giovedì 23 giugno al corso di formazione che si è svolto a Cassino (Frosinone) con la partecipazione di magistrati di Roma e di Viterbo (leggi).

MINACCE E ASSISTENZA LEGALE – Ossigeno ha inserito nell’elenco dei minacciati la giornalista Alessia Tuzzolillo di Lamezia Terme, alla quale hanno inviato una busta anonima con un proiettile, e ha concesso l’assistenza legale gratuita al giornalista freelance Lorenzo Bagnoli e a un suo collaboratore che devono difendersi da una querela.

Fra le altre notizie che sono nel notiziario online, segnaliamo le critiche del Consglio d’Europa all’Italia sul reato di tortura e il convegno italo-tedesco sulla lotta alla mafia che si svolgera il 12 luglio a Berlino.

ASP

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *