Formazione

Formazione giornalisti. A Cassino il corso di ASR con ANM e Ossigeno

Fra i relatori, il gip di Roma Costantino De Robbio e il procuratore capo di Viterbo Paolo Auriemma. L’allarme Lazio

Il 22 giugno 2017 a Cassino, in provincia di Frosinone, nella Sala Restagno del Comune, magistrati e giornalisti hanno tenuto le relazioni al terzo corso di formazione per giornalisti sull’informazione giudiziaria organizzato dall’Associazione Stampa Romana in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati (ANM).

Il gip di Roma, Costantino De Robbio, ha descritto i vincoli di legge che limitano il diritto di pubblicare informazioni tratte da atti giudiziari e gli interessi contrapposti di inquirenti e cronisti che possono spingere a superare questi limiti in un senso o nell’altro e possono sfociare in procedimenti per accertare la responsabilità dei trasgressori.

Il procuratore capo di Viterbo Paolo Auriemma ha precisato i compiti e il ruolo del rappresentante della pubblica accusa nel nostro sistema quale garante dell’imparzialità del processo nella fase delle indagini, un ruolo che verrebbe compromesso, ha detto, con la riforma che ha per obiettivo la separazione delle carriere fra giudice e pubblico ministero.

Lazzaro Pappagallo, segretario dell’Associazione Stampa Romana, e Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’Informazione, hanno rappresentato i termini dell’allarme lanciato nelle ultime settimane sull’alto numero di minacce e ritorsioni nei confronti dei giornalisti e blogger rilevato in Lazio, una pressione intimidatoria che si conferma la più alta d’Italia ed è cresciuta, con una quota passata dal 25% al 39,3% del totale nazionale.

Tutti i relatori hanno concordato sul fatto che una buona formazione professionale specifica dei giornalisti è la premessa essenziale per fare la cronaca delle vicende giudiziaria in piena autonomia e indipendenza, nell’interesse pubblico, con la necessaria accuratezza e precisione e sfuggendo alle strumentalizzazioni e faziosità che danneggiano la credibilità del lavoro dei magistrati, delle informazioni e dei giornali che le diffondono.

ASP

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *