Minacce

Napoli. Giornalista denuncia stalking ma non ottiene protezione

Gennaro Del Giudice (Cronaca Flegrea) ha denunciato cinque minacce di morte di un uomo che pretende la pubblicazione di articoli su di lui

Il giornalista Gennaro Del Giudice, direttore della testata online Cronaca Flegrea, ha reso noto sul proprio profilo Facebook, il 2 luglio 2017, che da quattro mesi è bersaglio di insulti e telefonate minatorie da parte di un uomo, a lui noto, che gli chiede insistentemente di pubblicare notizie su una vicenda che lo danneggia personalmente. L’uomo si ritiene vittima di un abuso di potere da parte dei capi dell’azienda nella quale lavorava. La sua insistenza nei confronti del giornalista si è trasformata in una vera e propria persecuzione.

L’uomo mostra di conoscere perfettamente i movimenti del cronista e dei suoi familiari e usa queste informazioni per minacciarlo. “Ti brucio”, “Ti strappo gli occhi”, “Ti seguo” è il contenuto dei messaggi intimidatori che Del Giudice riceve, non soltanto al telefono, ma anche su Facebook e via email.

Del Giudice ha presentato cinque denunce ai Carabinieri di Pozzuoli (Napoli). La prima risale al 1° aprile 2017; l’ultima è del 3 luglio. Le ripetute denunce non sembrano aver prodotto alcuna decisione o intervento da parte dei responsabili delle forze dell’ordine preposte alla sicurezza personale. Lo stesso Del Giudice, il 2 luglio, ha scritto su Facebook: “Purtroppo forze dell’ordine, magistrati, hanno le mani legate. Paradossalmente per agire bisogna che questo mi faccia prima qualcosa. Perché non bastano migliaia di telefonate ricevute in quattro mesi, minacce di morte, insulti, forse basterà trovarmi con la testa spaccata da qualche parte (spero senza mia figlia) per far sì che la Legge faccia la sua parte”.

Il 4 maggio 2017 il giornalista si è dovuto recare al Pronto soccorso di Giugliano dove gli hanno riscontrato “uno stato ansioso”.

Del Giudice ha ricevuto solidarietà dall’Ordine della Campania, dal sindacato campano e dell’Assostampa Flegrea che, assicurano, “faranno di tutto per garantire massima tutela” a lui e e alla sua famiglia (leggi).

La vicenda affonda le radici nel 2013 quando l’uomo ha per la prima volta contattato il giornalista mediante la mail di redazione. Fino a marzo 2017, spiega Del Giudice, l’uomo inviava sporadicamente email intimidatorie alla redazione e si limitava a commentare in modo diffamante gli articoli di Cronaca Flegrea, utilizzando la pagina Facebook della testata. Da quattro mesi a questa parte, ai messaggi su Fb si sono aggiunte telefonate a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Ossigeno si era già occupato di Del Giudice. Nel 2012 era finito a processo per direttissima per diffamazione per aver pubblicato un comunicato dei carabinieri sul sequestro di un immobile abusivo (leggi); nel 2015 era stato vittima di un atto vandalico e aveva ricevuto insulti su Facebook dai parenti di alcune persone arrestate (leggi).

RDM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *