Minacce

Ondata insulti per inchiesta su maschilismo. “Galline”. “Licenziatele”

Attaccate per email e su Facebook le nove autrici che hanno firmato gli articoli che descrivono episodi di discriminazione e violenza di genere

Dietro la copertina “Tremate, tremate, i maschi son tornati”, pubblicata da l’Espresso domenica 16 luglio 2017, numerosi articoli per denunciare il ritorno del maschilismo e puntare il dito contro discriminazione, autoritarismo e violenza di genere. Un dossier che non è passato inosservato. Le autrici sono state ripetutamente insultate con messaggi inviati via email e post su Facebook. Lo rende noto la redazione del settimanale con un articolo pubblicato il 17 luglio sul suo sito web (leggi).

Il servizio è a firma di nove autrici, tra giornaliste, scrittrici e studiose: Natalia Aspesi, Federica Bianchi, Manuela Cavalieri, Francesca Mannocchi, Sabina Minardi, Donatella Mulvoni, Valeria Parrella, Chiara Saraceno, Gayatri Spivak.

Alcuni lettori maschi hanno inviato messaggi alla casella di posta elettronica della redazione e postato sulla pagina Facebook del settimanale diretto da Tommaso Cerno (guarda) pesanti critiche e insulti sessisti. “Pretendo le immediate scuse da parte delle stupide galline che per frustrazioni personali generalizzano contro gli uomini”, “Meritate di essere licenziate in tronco, voi femministe che avete scritto questa fogna”: sono alcuni dei messaggi contro le autrici, alle quali viene anche “suggerito” di darsi fuoco e consigliato di “andare a fare la calzetta”.

DB

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE