Minacce

Parma. Consorzio querela animalisti. Sequestrata una pagina web

L’associazione “Essere Animali” aveva pubblicato un video su presunti maltrattamenti di suini.  Ha fatto ricorso al Tribunale del Riesame

A seguito di una querela per diffamazione a mezzo stampa, presentata dal Consorzio Prosciutto di Parma nei confronti dell’associazione Essere Animali, il 1 giugno del 2017 il Tribunale di Bologna ha disposto il sequestro preventivo di un video ospitato sulla pagina web Prosciutto crudele, oscurando così un’inchiesta sul presunto maltrattamento di suini in un allevamento che rifornisce il Consorzio. La pagina era stata creata proprio per la pubblicazione del servizio. Cliccando sul bottone che dovrebbe avviare il video compare una pagina nera con questa scritta:”Questi contenuti non sono disponibili nel dominio di questo paese a causa di una ingiunzione del tribunale”

Il video, pubblicato il 20 dicembre 2016, era stato realizzato dall’Associazione animalista. Il Gip ha disposto il sequestro degli stessi contenuti anche sui social network e di un annuncio pubblicitario su Google. Ha ritenuto che, nel caso specifico, “appare evidente la congruità degli elementi rappresentati a ritenere fondata, almeno in astratto, l’ipotesi accusatoria, come si desume dalla querela”.

In sostanza, il giudice ha operato un sequestro preventivo, in attesa del processo per diffamazione, per far cessare gli eventuali effetti dell’inchiesta lesivi della reputazione del Consorzio.

Il 15 febbraio 2017 il presidente del consiglio di amministrazione del Consorzio aveva presentato una querela nei confronti di Simone Montuschi, portavoce dell’associazione, e nei confronti del responsabile della registrazione della pagina web, che risulta essere anche il responsabile investigazioni dell’associazione. Il Consorzio contesta all’associazione un danno di immagine che toccherebbe tutti i suoi consorziati.  Il Consorzio ha contestato, inoltre, l’adozione di un logo che richiama quello ufficiale del prosciutto di Parma.

Il legale dell’associazione Essere Animali si è già rivolto al Tribunale del Riesame e ha chiesto la revoca del sequestro della pagina, facendo appello alla libertà d’espressione, garantita a tutti i cittadini dall’articolo 21 della Costituzione repubblicana e dall’articolo 10 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Prosciuttocrudele.it non è una testata giornalistica: se lo fosse, non sarebbe stato possibile il sequestro preventivo.

Sul blog vengono mostrati animali sofferenti, malnutriti, maltrattati e abbandonati. A corredo, cifre relative alla produzione e alla distribuzione del prosciutto di Parma.

RDM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE