Nel Mondo

In Germania la ‘ndrangheta è un gruppo etnico e produce musica

di Petra Reski – La giornalista tedesca racconta sul blog di Attilio Bolzoni l’operazione propagandistica che ha esorcizzato la paura dopo i fatti di Duisburg

Era il 2000 quando la Germania scoprì che la mafia non è altro che un piccolo popolo minacciato dal rischio dell’estinzione, qualcosa come i Chiapas. Una cultura antica, insomma. Magari con riti bizzarri, ma comunque una cultura. E una cultura non si può giudicare in Tribunale. Questo era il messaggio di tanti articoli usciti per promuovere la cosiddetta “musica della mafia”, considerata ancora oggi da tanti giornalisti tedeschi come “autentica cultura mafiosa calabrese” (continua a leggere).

ASP

Leggi in Tedesco

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *