Minacce

Mortegliano (UD). Sindaco querela per un titolo, Gup rinvia due a giudizio

Paola Beltrame (Il Messaggero Veneto) aveva riferito una protesta dell’ANPI locale e la replica del Comune. Un titolo è sembrato sbilanciato. L’udienza il 15 novembre 2017

Il 27 giugno 2017 la giornalista Paola Beltrame, collaboratrice del Messaggero Veneto, è stata rinviata a giudizio, insieme al giornalista Tommaso Cerno, dal Gup del Tribunale di Gorizia con l’accusa di aver diffamato il sindaco del Comune di Mortigliano (Udine), Alberto Comad.

Il 6 luglio 2016 Beltrame aveva scritto della polemica sorta fra il Comune di Mortegliano (Udine) e l’ANPI locale in quanto gli ex partigiani risultavano depennatati dall’elenco comunale delle associazioni riconosciute. Nell’articolo il sindaco, Alberto Comand, aveva replicato affermando che era stata una svista degli uffici. Il giornale, in una edizione cartacea,  titolava: “Il sindaco oscura l’Anpi”.  Il primo cittadino, sentendosi accusato direttamente, anziché chiedere spazio per chiarire o smentire, ha querelato la giornalista (peraltro non autrice del titolo) e, per omesso controllo, l’allora direttore Tommaso Cerno.

L’udienza si svolgerà il 15 novembre 2017 al Tribunale di Gorizia. “Come sempre abbiamo presentato con pari rilievo – dice la Beltrame a Ossigeno – sia la protesta che la replica . Se si deve andare a giudizio per vicende come questa, cioè per gran parte di ciò che scrive un giornale, si possono intasare i tribunali”. La giornalista è assistita sul piano legale dal suo editore

GM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *