Cosa abbiamo fatto nel 2012

 Relazione sull’attività svolta nel 2012

Nel 2012 la visibilità di Ossigeno per l’Informazione è cresciuta. I dati e le analisi dell’Osservatorio hanno suscitato una attenzione senza precedenti da parte dei media, delle istituzioni e della politica. Il numero dei giornalisti minacciati che si rivolgono direttamente all’Osservatorio è aumentato considerevolmente. Le risorse dell’Osservatorio sono state dedicate in massima parte alla produzione di notizie verificate sugli episodi di minacce, intimidazioni ed abusi.

I risultati sono stati evidenti. Sul sito notiziario.ossigeno.info si è registrata una costante progressione delle visite e delle pagine visualizzate, cresciute di cinque volte dall’inizio dell’anno. Alcuni siti hanno cominciato a ripubblicare sistematicamente le notizie prodotte da Ossigeno citando la fonte.

Oltre a seguire i nuovi casi man mano che si sono verificati, a segnalarli con notizie accurate e a inquadrarli con inchieste giornalistiche ed approfondimento, Ossigeno ha affinato la classificazione delle intimidazioni, ha migliorato la presentazione, la raccolta e l’archiviazione dei dati.

L’Osservatorio ha diffuso il Rapporto Annuale 2011-2012, pubblicato sul sito istituzionale e, come negli anni precedenti, in un numero monografico, dalla rivista Problemi dell’Informazione fondata da Paolo Murialdi e diretta da Angelo Agostini, editore Il Mulino.

Le analisi contenute nel Rapporto e le testimonianze di alcuni giornalisti minacciati, hanno alimentato numerose iniziative (convegni, incontri, dibattiti, programmi radio-televisivi, inchieste giornalistiche, tesi di laurea, pubblicazioni).

La collaborazione con la Facoltà di Lettere dell’Università di Tor Vergata è stata formalizzata con la firma di una Convenzione in base alla quale studenti delle cattedre di Giornalismo svolgeranno attività formativa presso l’Osservatorio.

Un’altra Convenzione è stata firmata fra Ossigeno e la Fondazione Polis di Napoli: prevede la realizzazione in Campania di eventi finalizzati a fare conoscere la tematica e i problemi dei giornalisti minacciati nel territorio regionale, che proposta nel 2012 risulta quello con più vittime.

A gennaio del 2012 Ossigeno ha proposto di creare un deterrente alle minacce proponendo ad alcune istituzioni pubbliche di creare un portale web attraverso il quale dare la massima visibilità ai giornalisti che subiscono minacce e abusi ripubblicando allo stesso tempo i loro articoli. Questa ha suscitato l’interesse della Commissione Parlamentare Antimafia e di alcune Regioni.

Il notiziario in lingua inglese Bad News, avviato con alcuni numeri sperimentali, ha destato l’attenzione dell’OSCE e di vari osservatori internazionali.

La Commissione Parlamentare Antimafia ha acquisto i documenti di Ossigeno e ha condotto una indagine specifica sui giornalisti minacciati in Campania, Sicilia e Calabria. Il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso ha dichiarato che i dati di Ossigeno meritano attenzione e non possono non destare allarme. Per proteggere i giornalisti italiani da intimidazioni così diffuse, ha affermato, occorre una legge ad hoc.

IL SITO – Strumento essenziale si è rivelato il sito web notiziario.ossigeno.info inaugurato a febbraio del 2011 e da allora aggiornato con frequenza plurisettimanale. Con oltre 1000 documenti pubblicati, è il più completo archivio italiano di notizie accurate sugli episodi di intimidazioni nei confronti di giornalisti italiani. Oltre alle notizie aggiornate, contiene i tre Rapporti Annuali di Ossigeno (l’edizione 2010 è disponibile in inglese, tedeco, spagnolo, cinese); la Tabella nominativa dei minacciati; gli articoli più significativi dei cronisti minacciati; il notiziario in lingua inglese (Bad news); analisi e riflessioni sulla diffusione delle minacce e sulla loro natura; proposte per rendere inefficaci le intimidazioni; contenuti audiovisivi autoprodotti; la rassegna stampa. Nel corso del 2012 il sito ha avuto oltre 100.000 pagine visualizzate, con un accentuato dal mese di settembre. Le notizie autoprodotte sono oltre 600. I dati di accesso sono in crescita costante.

La NEWSLETTER – Gli aggiornamenti di Ossigeno raggiungono migliaia di utenti attraverso la newsletter, Twitter e Facebook. Dal 27 gennaio 2011 al 21 dicembre sono stati diffusi oltre 80 numeri della newsletter plurisettimanale “Ossigeno Ultime Notizie”. La newsletter è inoltrata a titolo gratuito a oltre duemila contatti diretti ed è rilanciata attraverso alcuni siti. Tutti i numeri sono consultabili in ordine cronologico e con un potente motore di ricerca sul sito di Ossigeno. Da ottobre il portale dell’Associazione Stampa Romana www.stamparomana.it pubblica un rullo con le ultime sette notizie di Ossigeno.

QUANTE VERIFICHE – Dal 1 gennaio al 14 dicembre 2012 Ossigeno ha censito, verificato, documentato e reso pubblici 139 episodi di minacce, intimidazioni e gravi abusi; 44 di essi hanno riguardato più di un giornalista; in totale, i giornalisti coinvolti sono stati 307.

IL CASO PIU’ VISIBILE sollevato da Ossigeno nel 2012 è quello di Ester Castano, giovane giornalista del settimanale Altomilanese di Magenta e della Prealpina, colpita da querele e diffide del sindaco di Sedriano (Milano) a seguito di alcuni articoli di cronaca.

IL RAPPORTO ANNUALE Ossigeno 2011/2012, pubblicato all’inizio dell’anno, offre analisi, proposte, una panoramica internazionale delle preoccupate attenzioni al “caso italiano”, reportages originali sulla Calabria, la Sicilia e le Regioni del Nord, una guida alla classificazione delle minacce, una stima del numero di giornalisti minacciati che sfugge ad ogni osservazione.

VOLONTARIATO – Anche nel 2012 Ossigeno ha operato attraverso prestazioni volontarie di collaboratori di varie regioni. Il coordinamento è stato fatto da Roma, dove Ossigeno ha aperto un ufficio, ospitato a titolo gratuito dall’Associazione della Stampa Romana, in Piazza della Torretta n° 36.

Fra le iniziative pubbliche, si ricordano:

  • 20 gennaio. Castellammare di Stabia. Incontro alla Redazione di Metropolis;
  • 29 gennaio 2012, Bologna. “I giornalisti con Giovanni Tizian”, incontro promosso da Ossigeno e dall’Ordine dei Giornalisti di Bologna a Palazzo d’Accursio con la partecipazione del giornalista Giovanni Tizian, del sindaco Virginio Merola, del vice presidente della Regione Simonetta Saliera e del procuratore aggiunto di Modena Lucia Musti;
  • 2 febbraio. Roma. Commissione Parlamentare Antimafia. Notizie su audizioni Enzo Iacopino (presidente Ordine dei Giornalisti) e Giovanni Tizian (giornalista sotto scorta dalla vigilia di Natale 2011) sulle minacce ai giornalisti italiani; Iacopino chiede accertamenti sul rischio di infiltrazioni mafiose nella proprietà dei giornali delle regioni del Mezzogiorno;
  • 11 febbraio. Roma. Piazza della Torretta. Incontro con studenti dell’Università di Anversa impegnati in ricerca sulla letteratura e le vittime della mafia. Presenti ricercatrice Sarah Vantorre e Alberto Spampinato;
  • 18 febbraio. Rimini. Dario Barà e Matteo Finco partecipano per Ossigeno a “Vedo Sento Parlo”. Seminario sul progetto di costruire una rete fra associazioni di volontariato impegnate sui temi della legalità;
  • 23 febbraio. Roma. Presso FNSI. Riunione del Comitato organizzatore del convegno sulla riforma della diffamazione. Accettato da rappresentati FNSI, Articolo 21, Libera Informazione e UNCI il documento base  proposto da Ossigeno che propone di esplorare l’ipotesi della depenalizzazione per rendere possibile una assicurazione di responsabilità civile per i giornalisti;
  • 2 marzo. Firenze. Incontro con funzionari Regione Toscana per illustrare proposta di sostenere progetto Ossigeno per un deterrente alle minacce contro i giornalisti.
  • 3 marzo. Firenze. “Giornalisti minacciati, notizie oscurate, democrazia ferita”, intervento di Alberto Spampinato al corso di legalità per amministratori e quadri del Pd Toscana organizzato dal Forum Legalità e Sicurezza sul tema “Etica e strategia della comunicazione”;
  • 15 marzo. Alberto Spampinato ascoltato in audizione alla Commissione Antimafia insieme al segretario della FNSI, Franco Siddi, e al vice segretario Luigi Ronsisvalle. Propone una indagine sui giornalisti minacciati nelle regioni del Mezzogiorni, con audizioni delle vittime e dei responsabili territoriali delle organizzazioni dei giornalisti. La Commissione acquisisce un documento di Ossigeno e il Rapporto Annuale insieme a un dossier della FNSI. Siddi ha rilanciato proposta di una indagine sul rischio di infiltrazioni mafiose nella proprietà dei giornali delle regioni del Mezzogiorno;
  • 16 marzo, Catanzaro:  relazione di Alberto Spampinato al convegnoNotizie sotto scorta”, promosso dal Partito Democratico nell’ambito dell’iniziativa “Il PD per la libera informazione”. Fra i partecipanti il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, e il giornalista Michele Albanese.
  • 17 marzo. Genova. Una delegazione di Ossigeno partecipa alla Giornata nazionale in memoria delle vittime della mafia promossa dall’Associazione Libera;
  • 27 marzo. Bologna. Incontro con vice presidente Regione Toscana Simonetta Salieri per illustrare proposta di sostenere progetto Ossigeno per creare un deterrente alle minacce contro i giornalisti.
  • 13 aprile, Roma, Fondazione Basso. Convegno “Le notizie strozzate: quello che i cronisti non devono raccontare”; Relatori: Alberto Spampinato, Roberto Natale (presidente FNSI) e Francesco Piccinini (Agoravox);·
  • 17 aprile Roma Università Tor Vergata. “I giornalisti minacciati e le notizie oscurate con la violenza che limitano la democrazia. L’attività dell’Osservatorio Ossigeno”. Lezione di Alberto Spampinato agli studenti del corso di Deontologia della professione giornalistica;
  • 20 aprile, Narni (Terni). In memoria di Giuseppe Impastato. Inaugurazione di una Sala del Circolo Arci dedicata al giornalista di Cinisi ucciso nel 1978. Con Alessandro Cobianchi, Tommaso Sabbatini, Alberto Spampinato, Consuelo Cagnati.3 maggio. Palermo. Partecipazione alla Giornata della Memoria dei Giornalisti Uccisi promossa dall’UNCI.
  • 13 maggio, Agliana (Pistoia): Il tema dei giornalisti minacciati al Convegno “Diritto di sapere, diritto di informare”, organizzato all’interno della seconda Festa di LiberEtà e  promosso da Lega Sindacato Pensionati Italiani (SPI) CGIL di Montale Agliana Quarrata. Con Miriam Broglia, Mara Nanni, Piero Burchietti, Giuliana Goracci, Franco Pessuti, Alberto Spampinato;
  •  17 maggio: Bari. XV Carovana Internazionale Antimafie 2012; Notizie oscurate e giornalisti minacciati. Incontro con Alberto Spampinato all’ITIS “Modesto Panetti”. Nel pomeriggio, a Valenzano dibattito pubblico “Fare società dell’informazione”, con A. Spampinato, Rosaria Malcangi;
  • 26 maggio. Limena (Padova). Storie di giornalisti uccisi e di imprenditori minacciati. La storia di Giovanni Spampinato e la storia di Lino Cauzzi. Incontro organizzato dall’Associazione Ottavo Miglio. Con Giuseppe Tramontana, Giacomo Triolo, Alberto Carraro.
  • 28 maggio. Roma. Presso FNSI. La posizione di Ossigeno sulla depenalizzazione della diffamazione a mezzo stampa, in occasione della presentazione del libro di Maurizio Fumo “Diffamazione mediatica”. Con Enzo Marzo, Roberto Natale, Adelmo Manna, Zeno Zencovich;
  • 1 giugno, Bologna: partecipazione di Alberto Spampinato all’incontro “Il giornalismo e le mafie” promosso dal Liceo “Niccolò Copernico”;
  • 20 giugno, Siracusa. Convegno “I nodi dell’informazione a Siracusa” sulle intimidazione ai giornalisti della Civetta di Minerva. Partecipazione di Alberto Spampinato;
  • 24 giugno, Tropea: “L’informazione minacciata dalle mafie”, all’interno del festival“Trame, festival dei libri sulle mafie”, con Lirio Abbate, Alberto Spampinato, Michele Albanese;
  • 26 Giugno. Il programma “A te la linea. Notizie di cui parlare”, in onda su Radio Meridiano 12, ha dedicato sei puntate alla situazione dei giornalisti minacciati in Italia con collegamenti radiofonici con alcuni di loro e con vari collaboratori di Ossigeno;
  • 1 Luglio, Ferrara: Dibattito.  “Per la libera informazione: giornalisti minacciati, giornalisti sotto processo”, organizzato nell’ambito della Festa Democratica; fra i relatori: Paolo Boldrini (direttore della Nuova Ferrara), Alberto Spampinato (Ossigeno) e Concita De Gregorio (La Repubblica);
  • 4 luglio, Roma: Palazzo Incontro. Dibattito pubblico “I giornalisti minacciati. Fare informazione nei luoghi di frontiera”, con Rosaria Capacchione, Alberto Ferrigolo, Alberto Spampinato;
  • 5 luglio, Firenze: Convegno Dig.it – Dibattito: “Il giornalismo sotto pressione”; con Paolo Butturini, Alberto Spampinato,  Carlo Ruta e vice direttore l’Inkiesta.it;
  • 9 luglio: riprende la rassegna di notizie di Ossigeno in lingua inglese Ossigeno Bad News (già testata nel 2011) nata su sollecitazione di alcune istituzioni internazionali;
  • 17 luglio: Roma, presso la sede della FNSI. Riunione del Comitato di lavoro congiunto FNSI- ODG per l’Osservatorio Ossigeno, con Roberto Natale, Enzo Iacopino, Enzo Colimoro,  Raffaele Lorusso, Paolo Perucchini, Silvia Resta, Gianfranco Sansalone;
  • 19 luglio: Roma, Palazzo Madama. Enzo Iacopino, Roberto Natale, Giuseppe Mennella e Alberto Spampinato consegnano il Rapporto Ossigeno 2012/2013 al Presidente del Senato Renato Schifani;
  • 20 luglio: Roma, Quirinale. Alberto Spampinato, Arnaldo Capezzuto e Giuseppe Mennella consegnano il Rapporto Ossigeno 2012/2013 al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano;
  • 9 settembre, Firenze, Parco delle Cascine (Spazio Cultura), Festa Democratica. Dibattito sui giornalisti intimiditi con querele e richieste pretestuose di risarcimento e il caso del libro “Il Casalese”. Con Domenico Petrolo, Ciro Pellegrino, Andrea Bigalli, Alberto Spampinato;
  • 16 settembre: Raitre, “Carlo Lucarelli Racconta”. Puntata su “Giornalisti nel mirino”. Citati i dati di Ossigeno. Intervistati Lirio Abbate, Arnaldo Capezzuto, Antonio Sisca, Giovanni Tizian.;
  • 28-29 settembre: Certosa di Avigliana (Torino). “Scuola 21 Marzo”. Corso organizzato da Libera Formazione;  “Il silenzio e le bombe. L’informazione nel mirino dei clan”; Due seminari con Alberto Spampinato sui temi di Ossigeno.
  • 30 settembre: Roma. Ossigeno firma una Convenzione con la Facoltà di Lettere dell’Università Tor Vergata di Roma. Prevede iniziative di formazione e stages per gli studenti;
  • 4 ottobre: Osimo (Ancona). Festival sul giornalismo d’inchiesta di Osimo. Presentazione dell’ebook di Gerardo Adinolfi “La donna che morse il cane. Storie di croniste minacciate”. Con Gianni Rossetti, Marilena Natale, Gerardo Adinolfi, Alberto Spampinato;
  • 5 ottobre: Roma, Palazzo Montecitorio. Paolo Butturini e Alberto Spampinato consegnano il Rapporto Ossigeno 2011/2012 al Presidente della Camera Gianfranco Fini;
  • 9 ottobre. Roma. Presso FNSI. “Info e web. Ipotesi ocertezze di libertà”. Convegno promosso da Prismanews.net. Con Roberto Natale, Alfonso Palumbo, Alberto Spampinato, Luca Nicotra (Agorà Digitale);
  • 26 ottobre: Offida (Ascoli Piceno). Congresso internazionale AEJ-AJE (Associazione dei Giornalisti Europei) intitolato “Quale futuro per l’Europa? Il ruolo dei media”; Ossigeno presenta per conto della sezione italiana AGE un rapporto sulle ragioni (minacce e abusi contro i giornalisti e concentrazione della proprietà editoriale) che fanno dell’Italia un paese in cui la libertà di stampa è “parzialmente libera”.
  • 11 novembre: San Michele di Ganzaria (Catania). Palazzo Comunale. “Otto giornalisti uccisi in Sicilia, centinaia di giornalisti minacciati oggi in Italia. Che fare?”. Incontro pubblico promosso dal Circolo Arci e dall’Arci Sicilia, a 40 anni dall’assassinio di Giovanni Spampinato. Con Gianfranco Faillaci e Alberto Spampinato;
  • 12 novembre: Siracusa; Circolo Arci, Piazza Santa Lucia, 20. Incontro-dibattito sul tema “Antimafia e libertà d’informazione” . Partecipano i giornalisti Carmelo Maiorca (direttore de L’Isola dei cani“), Marina De Michele (vice direttore de La Civetta di Minerva, l’avvocato Umberto Di Giovanni e Alberto Spampinato.
  • 13 novembre: Catania. Circolo Arci, “Giornalisti Piazza Carlo Alberto 47. “Otto giornalisti uccisi in Sicilia, centinaia di giornalisti minacciati oggi in Italia. Che fare”. Con Alessandro Cobianchi (responsabile legalità democratica ARCI nazionale) e i giornalisti Vincenzo Barbagallo, Salvatore Ruggieri, Alberto Cambera, Salvo Catalano, Alberto Spampinato.
  • 17 novembre. Firenze. Teatro di Rifredi. Festa della Legalità promossa dal Pd. Dibattito sui giornalisti minacciati e le notizie oscurate in occasione della presentazione del libro-inchiesta di Francesco Forgione sulla Calabria, “Porto franco. Politici, manager e spioni nella Repubblica della ‘ndrangheta”. Con Francesco Forgione, Federico Gelli, Pietro Suchan (sostituto procuratore DDA Firenze), Alberto Spampinato;
  • 22 novembre: Firenze, Palazzo Vecchio, audizione della giornalista Marilù Mastrogiovanni, minacciata in Puglia. Seduta congiunta di due Commissioni Consiliari Permanenti del Comune, la VIIª (Pace, Diritti Umani, Solidarietà e Relazioni Internazionali) e la Vª Commissione Consiliare Permanente (Cultura Istruzione Sport) del Comune di Firenze. Partecipano Paolo Ciampi (segretario dell’Associazione Stampa Toscana), Gerardo Adinolfi, Alberto Spampinato;
  • · 27 novembre: Roma, Palazzo Montecitorio, Sala Aldo Moro. “Il velo squarciato. Intimidazioni e violenze contro le giornaliste”, con le testimonianze di Luisa Betti, Ester Castano, Marilena Natale, Marilù Mastrogiovanni, interventi di Paolo Butturini, Nella Condorelli, Giuseppe Mennella, Vanna Palumbo, Giovanni Rossi, Daniela Stigliano, Alberto Spampinato, Arianna Voto. Messaggi del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del presidente della Camera, Gianfranco Fini, che ha ricevuto i partecipanti;
  • 11 dicembre, Roma, Palazzo Madama. Sala Caduti di Nassirya. Convegno dal titolo “Mafia. Giornalisti minacciati e notizie oscurate” promosso da Ossigeno, Associazione Stampa Romana, Università Tor Vergata. Con l procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, il senatore Enrico Musso (presidente del Comitato Scuola e Legalità della Commissione Parlamentare Antimafia), il giornalista minacciato Lirio Abbate, Paolo Butturini, Giuseppe Mennella, Alberto Spampinato, Vincenzo Vita. Messaggio di saluto del Presidente del Senato Renato Schifani;
  • 15 dicembre. Roma. Pubblicazione on line della versione inglese del Rapporto Ossigeno 2011/2012;
  • 12 novembre 2012: Roma, Tor Vergata. “La libertà di stampa tra il diritto alla reputazione e la tentazione del bavaglio”, sulla diffamazione a mezzo stampa, organizzato dall’Università romana di Tor Vergata in collaborazione con Ossigeno per l’Informazione. Interventi di Giuseppe Corasaniti, Roberto Natale, Giuseppe Mennella, Silvia della Monica, Bruno Tucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE