Memoria | Marco Luchetta, Alessandro Ota, Dario D’Angelo

Biografia | Le inchieste | Bibliografia, webgrafia, filmografia e teatro | Libro della memoria

Biografia

luchetta_ota_dangeloUna troupe della Rai di Trieste – il giornalista Marco Luchetta, l’operatore Alessandro Ota e il tecnico di ripresa Dario D’Angelo – sono a Mostar, in Bosnia-Erzegovina, per girare uno speciale per il Tg1 sui “bambini senza nome”, cioè quelli nati da stupri etnici o con genitori dispersi in guerra. Il conflitto balca- nico è al culmine. A Mostar la parte ovest è croata, la parte est è un ghetto musulmano sottoposto a continui bombardamenti. Luchetta, Ota e D’Angelo sono riusciti a entrarci e hanno scoperto un rifugio dove da mesi dormono decine di persone, tra cui molti bambini. Il luogo è buio, le batterie della torcia elettrica di D’Angelo si stanno esaurendo. I tre chiedono a uno dei bimbi, di nome Zlatko, di uscire. Mentre sono in strada, una granata proveniente da Mostar ovest scoppia un metro dietro la troupe. Luchetta, Ota e D’Angelo muoiono sul colpo. Zlatko, protetto dai corpi dei tre inviati, si salva. Attualmente vive in Svezia con i genitori.  (da Giornata della Memoria dei Giornalisti uccisi da mafie e terrorismo)

Torna su

Le inchieste

Torna su

Bibliografia, webgrafia, filmografia e teatro

LIBRI e ARTICOLI

– UNCI, Giornata della memoria dei giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, Roma, 2008.

WEB

Wikipedia

– Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin O.N.L.U.S.

Marco Luchetta | Fondazione

Alessandro Ota | Fondazione

Dario D’Angelo| Fondazione

Premio giornalistico Marco Luchetta

DOCUMENTARI, FILM e SPETTACOLI

 

Biografia | Le inchieste | Bibliografia, webgrafia, filmografia e teatro | Libro della memoria

CHIUDI
CLOSE