Minacce

Palermo. Mafia. Lettera intimidatoria al cronista di Repubblica Enrico Bellavia

“Lascia stare vicende del passato”, gli ha scritto un anonimo dopo l’intervista al pentito Di Carlo sulla trattativa Stato-mafia.

Il giornalista Enrico Bellavia ha denunciato alla Squadra Mobile di Palermo di avere ricevuto presso la redazione di Repubblica di Palermo una lettera dal contenuto intimidatorio. “Lasci stare vicende del passato, certe cose fanno solo male”, c’è scritto.
L’avvertimento viene messo in relazione alla pubblicazione, nei giorni scorsi, di una intervista di Bellavia al collaboratore di giustizia Francesco Di Carlo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. Nel 2010 Bellavia aveva pubblicato un libro intervista a Di Carlo, dal titolo Un uomo d’onore.

La polizia ha acquisito la lettera per cercare di scoprirne la provenienza.

Numerose le attestazioni di solidarietà al giornalista.

“L’Ordine regionale dei Giornalisti – si legge in una nota – è certo che Enrico, giornalista scrupoloso e attento nella ricerca della verità, proseguirà il suo lavoro come sempre, sapendo di avere al suo fianco tutti i colleghi siciliani.

Il Comitato di Redazione di Repubblica ha espresso “solidarietà” e ha assicurato che Bellavia “non si farà intimidire e proseguirà il suo lavoro con la correttezza e la professionalità che lo hanno sempre contraddistinto”. “Le minacce a Bellavia, che proprio qualche giorno fa ha pubblicato un’intervista al collaboratore di giustizia – aggiunge il Cdr – dimostrano ancora una volta come svolgere il proprio mestiere senza paura e condizionamenti possa risultare pericoloso. ”

Il segretario regionale dell’Associazione della Stampa Siciliana, Alberto Cicero, anche a nome della FNSI, ha dichiarato: “Ad Enrico, stimato ed apprezzato collega, va il nostro affetto e l’affetto di tutti i giornalisti siciliani, siamo certi che le autorità chiamate ad indagare si adopereranno per fare presto luce sul caso e tuteleranno il collega minacciato”.

Solidarietà anche dall’UNCI Sicilia e dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Rosario Crocetta, eurodeputato del Partito democratico: “Enrico è un professionista serio e impegnato nel suo lavoro con passione, competenza, uno di quelli con la schiena dritta. Nessuno si illuda di fermarlo o intimidirlo e, chi ha minacciato, sappia che accanto a Bellavia siamo in tanti e non permetteremo si cerchi si scoraggiare il lavoro di uno dei giornalisti siciliani più coraggiosi, la mafia non ci fa paura!”.

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE