Ancora minacciato l’attore Giulio Cavalli, una pistola in giardino

Nuova intimidazione nei confronti dell’attore ed ex consigliere regionale lombardo

Nel tardo pomeriggio dello scorso 4 ottobre è stata ritrovata una pistola carica nel giardino dell’abitazione dell’attore Giulio Cavalli a Roma. L’arma, pronta a sparare con il colpo in canna, era nascosta dietro una siepe accanto alla porta d’ingresso.

L’attore trentaseienne, ex consigliere lombardo di Sinistra Ecologia e Libertà, dopo essere stato convocato negli uffici della polizia per formalizzare la denuncia, è stato subito trasferito in una località protetta.

A causa dell’intimidazione sono state rinviate le due date dello spettacolo “L’innocenza di Giulio –  Andreotti non è stato assolto”, in programma a Napoli e a Caserta lo scorso fine settimana.

Non è la prima minaccia subita da Cavalli, da anni costretto a vivere sotto scorta: in passato erano stati ritrovati alcuni proiettili all’esterno di un teatro milanese dove era in programma un suo spettacolo sulla presenza mafiosa al nord. Proprio a causa delle intimidazioni ricevute si era trasferito dal capoluogo lombardo a Roma.

Recentemente il collaboratore di giustizia crotonese Luigi Bonaventura ha raccontato di un piano, organizzato dalla cosca calabrese De Stefano-Tegano, per uccidere l’attore simulando un incidente d’auto.

Leggi anche: Tre vite vissute a metà e l’indifferenza del Palazzo

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE