Minacce

Abruzzo. Dirigente regione chiede 51mila euro danni a giornalista “L’Aquila Blog”

Maria Cattini ha dato notizia dell’annullamento, dopo 16 anni, del primo concorso pubblico vinto dal funzionario poi divenuto direttore amministrativo

Paolo Costanzi, direttore amministrativo del consiglio regionale d’Abruzzo, ha chiesto un risarcimento di 51mila euro alla giornalista Maria Cattini, de L’Aquila Blog, citandola in giudizio per diffamazione, insieme alla direttrice responsabile Germana D’Orazio. L’autrice dell’articolo aveva proposto la pubblicazione di una precisazione, ma il funzionario ha preferito agire in giudizio. La prima udienza presso il tribunale civile dell’Aquila si terrà il 7 ottobre 2015.

Costanzi si ritiene diffamato da un articolo di Maria Cattini, pubblicato il 24 aprile 2015 sul giornale online L’Aquila Blog, nel quale si dà notizia di una sentenza del Consiglio di Stato che annulla un concorso del 1997 per l’assegnazione di tre posti di funzionario tecnico di ragioneria al Comune dell’Aquila, concorso che ebbe tra i vincitori Paolo Costanzi.

L’Aquila Blog ha scritto che questo annullamento proietta “inquietanti ombre” sullo sviluppo successivo della carriera dell’alto dirigente. Costanzi considera offensive queste e altre espressioni contenute nell’articolo che, a suo avviso, contengono insinuazioni inserite di proposito per danneggiarlo. L’articolo incriminato ha ripreso esplicitamente la notizia dell’annullamento del concorso che era stata pubblicata dal Sole24Ore presentandolo come un caso giuridico, senza fare il nome di Costanzi né degli altri due vincitori .

La giornalista nega di aver avuto intenzioni malevoli. Aggiunge che dopo la pubblicazione dell’articolo, quando Costanzi le manifestò le sue rimostranze, lei gli propose di replicare e precisare ciò che riteneva necessario. Ma il dirigente regionale rifiutò e le fece notificare l’atto di citazione. “Io perciò considero quella citazione un gesto intimidatorio”, dice la giornalista a Ossigeno.

Costanzi, dal canto suo, afferma: “Non ricordo che Maria Cattini mi abbia offerto di pubblicare una rettifica. In ogni caso c’era poco da rettificare. L’articolo conteneva affermazioni gravissime sulla mia intera carriera”. Fra l’altro, aggiunge, quel concorso non è stato annullato per cause attribuibili a lui, ma perché chi lo aveva bandito non aveva registrato correttamente i criteri di selezione.

PC

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE