Libertà d'informazione

Roma. Incendiata a Ponte Milvio l’auto di una cronista

Dina Lauricella negli anni scorsi si è occupata del falso pentito di mafia Vincenzo Scarantino che depistò le prime indagini sulla strage di via D’Amelio
ROMA, 8 DIC – L’auto della giornalista Dina Lauricella è stata bruciata la notte scorsa a Roma. Si tratta di una Renault Clio che era posteggiata davanti all’abitazione della cronista nella zona di Ponte Milvio. E’ stata la polizia a  domare le fiamme.

“Non sono in grado – ha detto Dina Lauricella – di stabilire se si tratta di un messaggio intimidatorio. Non ho ricevuto di recente alcun segnale ma voglio capire di cosa si tratta. Per questo ho presentato una denuncia”.

Dina Lauricella, che ha lavorato per la Rai e per la trasmissione Servizio pubblico, si è a lungo occupata del caso di Vincenzo Scarantino, il falso pentito utilizzato per i depistaggi della prima inchiesta sulla strage di via D’Amelio in cui morì il giudice Paolo Borsellino. Su Scarantino e sulla manipolazione delle dichiarazioni a lui attribuite Lauricella ha anche pubblicato un libro (“Dalla parte sbagliata”) scritto con l’avvocato Rosalba Di Gregorio che è difensore del falso pentito. (ANSA).

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *