Libertà d'informazione

Ossigeno, minacce a giornalisti bendano occhi ai lettori

Madrid. Le intimidazioni ai cronisti per impedirgli di pubblicare una notizia arrecano un danno a tutti i cittadini e un vulnus alla democrazia

Chi minaccia un giornalista per impedirgli di pubblicare una notizia arreca un danno a tutti i cittadini che, di conseguenza, sono privati di quella informazione. Chi minaccia un giornalista benda gli occhi dei suoi lettori e impedisce loro di esercitare un diritto fondamentale. È strano che questi comportamenti non siano penalmente perseguibili. I diritti fondamentali meritano una protezione penale esplicita. Lo ha detto a Madrid il direttore di Ossigeno, Alberto Spampinato, intervenendo all’Università Complutense alla conferenza internazionale sul tema “Italia e Spagna. Libertà e censura. Il grande silenzio”. Spampinato ha ricordato che in Italia la proposta di Ossigeno di istituire il reato di ostacolo all’informazione è stata condivisa dalla Commissione Parlamentare Antimafia.

Leer en Español

Read in English

Lire en Français

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *