Libertà d'informazione

Aggressione Ostia. FNSI e ASR, intervenga il Governo

Chiedono misure di protezione per i giornalisti. Il ministro dell’Interno andrà mercoledì nella sede del sindacato nazionale

Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, si recherà mercoledì 15 novembre 2017, nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana per conoscere le proposte dei dirigenti del sindacato dei giornalisti per la protezione dei giornalisti da minacce e ritorsioni.

L’incontro è stato annunciato il giorno dopo la brutale aggressione, avvenuta a Ostia (Roma) al giornalista Daniele Piervincenzi e al suo video operatore Edoardo Anselmi. La FNSI, nell’esprimere solidarietà ai due aggrediti,  aveva rivolto un appello al ministro affinché affrontasse con urgenza il problema della protezione dei cronisti

Anche Lazzaro Pappagallo, segretario dell’Associazione stampa romana, aveva invocato l’intervento del ministro,  affermando che “le aggressioni ai giornalisti sono una questione di ordine pubblico e di limitazione della libertà democratica di espressione. Lo abbiamo detto da mesi ai prefetti del Lazio, ponendo con forza la questione. A volte siamo stati ascoltati, a volte no”. Leggi tutto

Il segretario dell’ASR ha inoltre ricordato “l’allarme in Lazio” lanciato insieme a Ossigeno per l’informazione negli ultimi sei mesi.  “Il Lazio – ha detto – continua a essere maglia nera (fra le Regioni italiane, ndr) da cinque anni per minacce e aggressioni ai giornalisti ed evidentemente la sensazione di impunità incentiva questi comportamenti. Sono necessari interventi immediati delle forze dell’ordine. Le lesioni e le lesioni gravi rappresentano un reato documentato dalle riprese televisive che non può restare impunito”.

Leggi il commento di Ossigeno

MF

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *