Minacce

Sava (Taranto). Mimmo Carrieri denuncia nuove minacce

Una fonte confidenziale gli ha detto: “Vogliono spezzarti le gambe”. Da tempo il giornalista subisce avvertimenti. Dal 2012 è protetto dai carabinieri

Il giornalista Mimmo Carrieri, collaboratore del giornale online Viv@Voce, è stato di nuovo minacciato di morte e teme per la sua incolumità. Una fonte confidenziale gli ha rivelato: “vogliono spezzarti le gambe”. Il 17 agosto 2017 ne ha parlato con il vice Prefetto di Taranto, Mario Volpe, al Palazzo del Governo del capoluogo pugliese. Il Comandante della stazione dei Carabinieri di Sava (Ta), Edoardo Quaranta, ha intensificato la vigilanza dinamica che fu assegnata a protezione di Carrieri nel 2012, a seguito dell’incendio della sua auto, seguito da una lettera anonima con queste parole:  “Ti è piaciuto il falò? Questo è niente, preparati un posto al cimitero”.

Carrieri tratta soprattutto i tema della protezione dell’ambiente e della tutela dei beni storici e archeologici. Dopo l’incendio doloso dell’auto, nel 2013 ricevette una lettera contenente due proiettili calibro 38, fu minacciato attraverso il citofono della sua abitazione, scoprì un tentativo di sabotaggio della sua auto, denunciò il furto di due barche.

Il giornalista non nasconde la sua preoccupazione, ma assicura che andrà avanti con la protezione dalle forze dell’ordine. “Faccio molta attenzione. Parcheggio la mia auto sempre in garage. Prima di mettere in moto – ha dichiarato a Ossigeno – controllo bene la vettura perché temo un sabotaggio. Non rifaccio  mai la stessa strada, controllo sempre le auto che mi seguono. Vado avanti così. La vigilanza dei carabinieri mi rassicura”.

Leggi tutte le vicende di Mimmo Carrieri riferite da Ossigeno.

RDM-BB

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE