Minacce

Calabria. Due mesi per lo schiaffo a un giornalista. Confermata condanna

Il 18 gennaio 2018 la Corte d’Appello di Reggio Calabria ha confermato la condanna di Francesco Cagliuso (ex vicesindaco di Caulonia (Reggio Calabria)

La Corte ha giudicato Cagliuso responsabile di lesioni nei confronti del giornalista Armando Scuteri, collaboratore della Gazzetta del Sud. I fatti risalgono all’8 agosto del 2008 quando Scuteri scattò alcune foto per documentare lo scoppio di una fogna in mare e fu schiaffeggiato dall’allora vicesindaco. La sentenza d’appello conferma quella di primo grado , con la quale Cagliuso era stato condannato a due mesi di reclusione e al pagamento di tremila euro di spese. Ora dovrà pagare a Scuteri altri mille euro di spese processuali

I PRECEDENTI IN CALABRIA – Dal 2011 a oggi, in Calabria, Ossigeno ha rilevato 169 gravi violazioni della libertà di stampa e di espressione commesse con atti di violenza, illeciti o abusi nei confronti di altrettanti giornalisti, blogger, operatori video, foto reporter, editori, i cui nomi sono pubblicati nella Tabella dell’osservatorio (leggi). Nel 2017 sono stati aggiunti a questo elenco 33 nomi.

RDM

Read in English

Questo episodio rientra nelle statistiche delle intimidazioni agli operatori dell'informazione di Ossigeno per l'Informazione

Licenza Creative Commons I contenuti di questo sito, tranne ove espressamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHIUDI
CLOSE