Il documento base

Mafia, informazione, vittime: il continente inesplorato

Con questo saggio, Alberto Spampinato indicò nel 2007 le basi teoriche della riflessione che ha portato alla nascita dell’osservatorio “Ossigeno per l’Informazione”. Il contenuto fu illustrato oralmente a novembre 2007 al Congresso Nazionale della FNSI riunito a Castellaneta Marina e fu successivamente pubblicato dalla rivista del Mulino “Problemi dell’Informazione” n.1, marzo 2008; sui siti www.fnsi.it e www.odg.it e su vari indirizzi in rete. Si può scaricare da questo link

“Il cacciatore di belve feroci si affida ad una vecchia regola: per non fallire il colpo, devi avvicinarti alla preda e mostrarle il tuo coraggio. Ma deve essere vero coraggio. Se la fiera vede la paura nei tuoi occhi , sei spacciato. Chi va a caccia di notizie scottanti segue la stessa regola. Ecco perché certe volte è pericoloso, a volte mortale cercare certe notizie. Ecco perché con certe notizie si cimentano solo alcuni giornalisti. Ecco perché alcuni di loro perdono la vita e non ottengono neppure il compianto generale. Di solito, sono considerati dei temerari, e il loro caso viene sbrigativamente archiviato. Non si coglie il valore sociale, il sacrificio compiuto in nome di collettivo, insomma l’eroismo civile. Non si ammette un fatto evidente: la belva che questi temerari vogliono uccidere è un mostro che semina stragi: è la tigre mangiatrice di uomini che tiene in scacco i villaggi, è il mitico drago divoratore di fanciulle. E’ un mostro che nessuno…

LEGGI TUTTO